Archivio

Posts Tagged ‘scultori romeni’

Le sculture dei coniugi Zidaru, in mostra a Venezia

29 maggio 2011 Commenti disabilitati

La mostra “Glorie” di Marian e Victoria Zidaru a Venezia

Nel periodo 1 giugno – 15 luglio 2011, l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia organizza presso la sede dell’Ateneo Veneto (Campo San Fantin 1897) la mostra “Glorie” degli artisti romeni Marian e Victoria Zidaru. Vernissage: martedì 1 giugno,  ore 18.00.

L’inaugurazione si svolgerà in presenza degli autori e dello storico e critico d’arte Erwin Kessler, curatore della mostra. Essa è stata concepita come un omaggio a Venezia, la città che ha determinato in maniera decisiva l’orientamento artistico dell’opera dei coniugi Zidaru. Il concetto di spettacolo si concentra tanto sulla purificazione e sull’ardere, quanto sulla trasfigurazione e il cambiamento. Si tratta di impegno, silenzio e del sacrificio necessario richiesto dall’ascesa morale.

Marian e Victoria Zidaru sono i leader di una tendenza artistica affermatasi durante gli ultimi anni di comunismo come alternativa, riparo e protesta contro la repressione del regime totalitario, tendenza comunemente nota come “neo-ortodossa”.

Di dimensioni impressionanti, la scultura di Marian Zidaru – che sarà collocata al centro dell’Aula Magna della prestigiosa istituzione veneziana – s’intitola “La visione di Ezechiele” e rappresenta un frammento del simbolo iconografico bizantino chiamato “Glorie”. Il lavoro è stato ultimato nel 1999 ed è stato esibito per la prima volta presso il Museo Nazionale d’Arte di Bucarest, nell’ambito della mostra personale “Focul” (“Il fuoco”), e poi lo stesso anno presso il Museo Nazionale del Villaggio nell’ambito di una mostra personale, mentre nel 2004 ha partecipato alla Biennale d’Arte dei Balcani a Salonicco.

L’oggetto tessile realizzato da Victoria Zidaru rappresenta una tela casalinga ricamata con inni bizantini, la quale sarà posta sul pavimento a simboleggiare un sentiero sotto la superficie della scultura.

Lo scultore Marian Zidaru

L’evento è sostenuto dall’Istituto Culturale Romeno di Bucarest, coi patrocini della Regione Veneto, Provincia e Comune di Venezia.

Annunci

Mostra di Daniela Nenciulescu a Vercelli

3 maggio 2010 Commenti disabilitati

Un’installazione di grandi dimensioni composta da più sculture aggregate dall’ambiente che le accoglie, e giocata sul sistema di tagli messo in essere da Daniela Nenciulescu: è l’Esercito della Salvezza, il nucleo della mostra Spiriti dell’Est, in programma dal 7 maggio allo Studio Dieci di Vercelli.

Alberi (2005), acciaio

Un sistema complesso di moduli liberamente disposti nelle stanze della galleria, in cui “le aree di competenza dei singoli pezzi si definiscono sul pavimento, dove le linee dei basamenti tracciano i confini, frazionando lo spazio in sezioni geometriche spigolose e irregolari. Il resto si muove sull’altezza. I tubi si elevano dalle basi in misure variabili. La roditrice li squarcia nel senso della lunghezza aprendoli parzialmente o tutti. Per alcuni si tratta di semplici tagli, per altri di vere amputazioni che interferiscono sull’integrità della circonferenza, mostrando in pieno la concavità dei cilindri. La verticalità dell’incisione si rompe in piccole fenditure orizzontali che disegnano grafici ‘asterischi’, assottigliando ulteriormente i corpi già esili. L’alfabeto stilistico scelto per la rottura delle superfici, non lascia concessioni a nessun tipo di rotondità. Le ferite inferte all’acciaio seguono precise le immaginarie traiettorie elaborate mentalmente dall’artista”.
Acciaio e acido caratterizzano le opere recenti, in acceso contrasto con gli elementi di più vecchia data riverniciati a fuoco in uno sgargiante arancione. Colore che, insieme ad alcune prove in rosso e in bianco, definisce l’attuale produzione di piccole sculture e di esperimenti in bilico tra la struttura plastica e l’oggetto d’uso.  Soluzioni che non tradiscono la capacità della scultrice di rapportarsi alle potenzialità offerte dai materiali industriali e di esplorarne i possibili utilizzi in campo artistico.
Daniela Nenciulescu è nata a Bucarest nel 1952. Vive e lavora ad Abbiategrasso (Milano) da quarant’anni, ha allestito numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero.
La mostra dura fino al 30 maggio 2010. Orario di apertura: venerdì, sabato, domenica dalle 17,00 alle 19,30.

Info: Studio Dieci, e-mail: info@studiodieci.org, carlacrosio@gmail.com. Tel. Carla Crosio +39-393-0101909.

Note: Evento collaterale in occasione della terza mostra dedicata a Peggy Guggenheim in Arca, Chiesa di San Marco, Vercelli (fonte: Sull’Arte.it)