Archivio

Posts Tagged ‘Roma’

Una grande civiltà dell’antica Europa, in mostra a Roma

25 settembre 2008 Commenti disabilitati

Cucuteni-Trypillya. Una grande civiltà dell’antica Europa

16 settembre – 31 ottobre
Palazzo della Cancelleria
Piazza Della Cancelleria, Roma
Ingresso gratuito
Orari: dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 18.00
Info: tel. 0698260929

Secondo alcuni sarebbe la culla dei Sumeri, per altri la mitica Atlantide. E’ la misteriosa Cucuteni-Trypillya, considerata la prima grande civiltà d’Europa, al centro della mostra che sancisce la prima collaborazione in campo storico e culturale fra Romania e Ucraina, con uno speciale contributo della Repubblica di Moldavia. ”Cucuteni-Trypillya: una grande civiltà dell’antica Europa”, a Palazzo della Cancelleria di Roma dal 16 settembre al 31 ottobre, espone oltre 450 reperti fra i più significativi finora emersi dagli scavi e provenienti dai musei e dalle collezioni private più importanti dei tre Paesi.

In mostra le proto-citta’ ricostruite dagli archeologi, le cui prime testimonianze risalgono al V millennio a.C. Cucuteni-Trypillya si e’ sviluppata nelle regioni che oggi fanno parte di Romania, Ucraina e Repubblica di Moldavia. Il nome e’ stato scelto dagli archeologi in base a quello dei villaggi Cucuteni in Romania, vicino a Iaşi, e Trypillya [Trypillia, Tripolie] in Ucraina, vicino a Kiev, dove, alla fine del XIX secolo sono state rinvenute per la prima volta ceramiche dipinte e statuette di terracotta.

A più di cento anni dalla loro scoperta questi siti archeologici sono entrati nella letteratura scientifica di tutto il mondo: si tratta infatti di una civiltà estesa su circa 350.000 km quadrati con insediamenti di varie dimensioni che si sviluppavano su centinaia di ettari, elaborate fortificazioni, abitazioni che variavano da capanne interrate a costruzioni fino a due piani, oggetti in ceramica e una religione affascinante testimoniata da idoli e oggetti cultuali simbolici, la cui funzionalità è ancora in fase di interpretazione.

Fonte: Adnkronos

Per dettagli e approfondimenti: www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=12080

Annunci

Il Mar Nero e la geopolitica attuale: conferenza a Roma

20 giugno 2008 Commenti disabilitati

L’ambasciata di Romania presso la Santa Sede, in collaborazione con l’ambasciata di Georgia presso la Santa Sede, organizza il 26 giugno 2008 alle ore 12 la conferenza del professore Charles King, della Georgetown University (Washington, DC). La conferenza si svolgerà presso lAccademia di Romania a Roma (Piazza José de San Martin, 1).

Intitolata Mare Maggiore: The Rebirth of the Black Sea World, il contributo fa parte di un ciclo di conferenze internazionali lanciato l’anno scorso dall’Ambasciata di Romania presso la Santa Sede, dedicate a temi geopolitici di ampio interesse.

La conferenza si occuperà delle evoluzioni nella regione del Mar Nero negli ultimi quindici anni, con accento sulla sua rinascita come zona d’interesse strategico per l’Europa allargata, ma anche per gli Stati Uniti d’America.

Charles King è professore si relazioni internazionali e titolare della cattedra “Ion Raţiu” (uomo politico scomparso negli anni Novanta) di studi romeni presso la Georgetown University. Ha pubblicato, tra altro, i volumi I fantasmi della libertà: una storia del Caucaso (2008), Il Mar Nero: una storia (2004) e I moldavi: la Romania, la Russia e la politica culturale (2000). Esperto di storia dell’Europa Orientale, conosce bene il romeno e il russo.

Radu Lupu a Roma

8 maggio 2008 Commenti disabilitati

Radu Lupu in concerto: Schubert e Debussy

Auditorium di Roma, ore 21, sala Santa Cecilia

“Il celebre pianista rumeno propone nel suo recital un programma incentrato su due capisaldi degli 88 tasti: Schubert e Debussy. Del primo Lupu eseguirà l’impegnativa Sonata D850, mentre del compositore francese il Primo Libro dei Preludi.

Ogni volta che in cartellone figura il nome di Radu Lupu, la garanzia è quella di una serata nel nome dell’incanto e della suggestione profonda. Gli autori in programma per il recital sono fra coloro che più si prestano al viaggio introspettivo cui Lupu invita ogni singolo ascoltatore nell’occasione dei suoi concerti da un po’ di anni in qua: da quando, cioè, ha deciso di negarsi alla sala di registrazione e di considerare il concerto una specie di sacro rituale proiettato quasi in una dimensione di ascesi spirituale. La Sonata D 850 fu composta da Schubert nel 1825 durante un soggiorno estivo negli splendidi paesaggi del salisburghese, e riflette, come la coeva Sinfonia “Grande”, una corroborante sensazione di natura grandiosa ed amica. Con i suoi Préludes, Debussy supera e dissolve l’ideale romantico della musica per pianoforte, spianando la strada ai linguaggi del ‘900, e consegnando alla storia dell’Arte delle pagine di altissimo valore che suscitano all’ascolto le stesse emozioni che si provano contemplando le tele dei grandi pittori impressionisti e simbolisti.”

(Fonte: www.santacecilia.it/scw/servlet/Controller?gerarchia=01.19&id=1260)