Archivio

Posts Tagged ‘Ramona Badescu’

Revocata alla Badescu la qualifica di membro d’onore del PIR

11 marzo 2009 Commenti disabilitati

Il partito dei romeni d’Italia (PIR) revoca la qualifica alla Badescu

(Fonti: PIR, roma.repubblica.it/)

Roma, 10 marzo 2009

Revocata ieri a Ramona Bădescu la qualifica di membro d’onore del PIR (Partito dei Romeni d’Italia-Identità Romena). Lo ha reso noto il partito stesso in una nota.

“Il Partito dei Romeni d’Italia-Identità Romena – si legge nella nota – preso atto delle recenti dichiarazioni rese alla stampa romena dall’attrice, membro d’onore del Partito, preso atto che tali dichiarazioni ledono gravemente l’immagine del Partito stesso e che sono in palese contrasto con la qualifica di membro di onore sin qui ricoperta dalla signora Bădescu, revoca con effetto immediato la qualifica di membro di onore del Partito conferito sin dal 2007 alla signora Ramona Bădescu alla quale comunque si augura ogni bene per il prosieguo della Sua attività artistica”.

Tali dichiarazioni ostili sono state peraltro rese dalla Bădescu “sia nel suo ruolo di consigliere del sindaco Alemanno, sia nella sua recente qualità di portavoce FARI”, ha ricordato oggi il segretario nazionale del PIR Mihai Muntean, in una conversazione col presidente del FIRI.

Si ricorda qui che la “FARI” che ha come portavoce Ramona Bădescu, è un’associazione nata all’inizio di febbraio, omonima della già preesistente Federazione delle Associazioni per i Romeni in Italia, la quale ha subito un attacco fraudolento col concorso della stessa ex-soubrette – cfr. su questi temi il seguente link).

Comunicato stampa FIRI

16 febbraio 2009 3 commenti

COMUNICATO STAMPA

In merito alla notizia dell’11 febbraio, apparentemente diramata dall’ANSA, e contenente dichiarazioni della Sig.ra Ramona Bădescu in relazione a FARI, si espone quanto segue.
Lo sciopero della fame cui fa riferimento la Sig.ra Ramona Bădescu è stato preannunciato dall’avv. Fabio Galiani, ideatore, promotore e coordinatore di FARI, Federazione delle Associazioni per i Romeni in Italia, associazione non riconosciuta costituita il 25 giugno 2008, per protestare contro la segreta iniziativa di creare un’omonima Associazione con l’identico nome FARI. Tale iniziativa comporta che presentandosi la Sig.ra Ramona Bădescu come Portavoce di FARI, l’opinione pubblica ritiene che la Sig.ra Bădescu sia Portavoce di quella FARI già costituita con la partecipazione di circa 40 associazioni.
L’affermazione “io sono stata nominata da parte delle associazioni romene” non può essere compresa, dato che le associazioni romene, ovvero con sede in Romania e di diritto romeno, non potrebbero legittimamente nominare il portavoce di un’associazione, come quella cui fa riferimento la Bădescu, che ha sede in Italia e regolata dalla legge italiana, dunque italiana.
Se invece per “associazioni romene” si intendono quelle associazioni italiane che si occupano della tutela dei diritti dei romeni e dello sviluppo dei rapporti italo-romeni, allora chiediamo alla Sig.ra Bădescu di precisare quale assemblea l’ha votata e quali associazioni hanno partecipato ad una simile assemblea, visto che nelle varie assemblee della precostituita FARI regolarmente svoltesi finora – tra le quali quella del 28 settembre 2008 e quella del 5 novembre 2008 – non sono state elette né lei né le altre persone che attualmente rivendicano le cariche federali per conto di FARI.
Anche l’affermazione riportata nel comunicato stampa, ovvero che “FARI assicura la totale fiducia nei confronti di Bădescu”, va intesa eventualmente solo come la fiducia da parte di un gruppo di persone e/o associazioni non aderenti alla precostituita FARI che, col concorso dell’ex coordinatore FARI, Dragos Eugen Dumitru, radiato dalla sua carica il 6 febbraio scorso, tenta di godere del prestigio del brand della precostituita FARI.
Infine, senza entrare nel merito dell’attività svolta finora dalla Sig.ra Bădescu a favore dei cittadini romeni, anche nella sua qualità di consigliere personale del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, non consideriamo affatto la Bădescu un “rappresentante emblematico” né della “comunità romena”, né tanto meno dell’associazionismo italiano per i romeni.

Pontedera, 16 febbraio 2009
Horia Corneliu Cicortaş, presidente FIRI

Sciopero della fame contro il blitz di Ramona Bădescu & Co.

10 febbraio 2009 3 commenti

Comunicato stampa

dell’Avv. Fabio Maria Galiani, ideatore e promotore di FARI

“L’avv. Fabio Maria Galiani, ideatore e promotore della F.A.R.I., Federazione delle Associazioni per i Romeni in Italia, associazione non riconosciuta costituita in data 28 giugno 2008 ai sensi dell’art.36, c.c., preannuncia uno sciopero della fame ad oltranza, previa verifica della compatibilità con le sue condizioni di salute, fino a quando la Sig.ra Ramona Badescu non rinuncerà alla carica di Portavoce di FARI, attribuitaLe arbitrariamente in violazione delle delibere delle Assemblee del 23 settembre 2008 e 9 novembre 2008 della precostituita F.A.R.I.

L’avv. Fabio Maria Galiani denuncia la scorretta ed inaccettabile iniziativa clandestina di un gruppo di persone che cercano, invano e contro la legge, di ottenere il controllo di F.A.R.I., umiliando la volontà di decine di associazioni che hanno democraticamente eletto, in seno ad una pubblica assemblea, gli organi sociali di F.A.R.I. che oggi, unilateralmente, il Sig. Dragos Eugen Dumitru dichiara pretestuosamente decaduti senza averne alcun diritto e dunque con una dichiarazione inefficace e priva di effetti, essendo le cariche di F.A.R.I. quelle elette nelle assemblee del 28 settembre 2008 e 9 novembre 2008.

Si preannunciano azioni legali in sede penale e civile nei confronti dei responsabili dell’illegittimo sopruso messo in atto nei confronti di un organismo trasparente e democratico, la cui costituzione era ben nota a coloro i quali oggi sono investiti da cariche giuridicamente invalide.”

Fonte: Avv. Fabio Maria Galiani