Archivio

Posts Tagged ‘mostre all’Accademia di Romania’

“Spazi aperti” XII, all’Accademia di Romania

28 Maggio 2014 Commenti disabilitati

Venerdì, 30 Maggio 2014, ore 19.30
Accademia di Romania, Roma

 SPAZI APERTI  XII 

What do artists do in Rome? / Cosa fanno gli artisti a Roma?


Ingresso: Viale delle Belle Arti 110, Valle Giulia
Aperta dal: 30 maggio al 7 giugno 2014
Orari di visita: da lunedì a venerdì dalle 17:00 alle 19:00
Ingresso libero.

spazi aperti XII

Riparte all’Accademia di Romania Spazi Aperti, la cui dodicesima edizione si apre venerdì 30 maggio, alle ore 19,30. L’evento, coordinato da Leontina Rotaru, comprende una mostra organizzata dai borsisti “Vasile Pârvan” dell’Accademia di Romania in Roma, che aprono come ogni anno gli spazi della loro magnifica sede di residenza per una mostra collettiva degli artisti residenti nelle accademie straniere a Roma.

Il tema di Spazi Aperti 2014 è Cosa fanno gli artisti a Roma? 
Come risponde Ezio Genovesi, Direttore EHP della Rhode Island School of Design a Roma a questa domanda? Egli considera che per ogni artista, di qualsiasi luogo di provenienza, si tratta di “un tempo per osservare, per riflettere; per ritornare, come in una prima maturità, a imparare dalle differenze, specialmente aggiungendo delle idiosincrasie; ossia non continuare ad imparare da similitudini ed emulazione, come durante l’infanzia; un tempo per uscire e trovare delle opportunità, incontrarsi e scontrarsi, comunicare e competere; un tempo per raccogliere le forze e l’intelligenza, per poi disseminare l’opera d’arte negli spazi aperti”.
Organizzata – come nelle scorse edizioni – negli spazi non convenzionali dell’Accademia di Romania, Spazi Aperti XII ospiterà le opere di oltre 30 artisti internazionali, e di pochi ospiti speciali invitati. Ogni artista o gruppo d’artisti arriva da un diverso Paese e, pertanto, sono stranieri in una città straniera, su un’isola o, meglio, su una piattaforma di ricerca, al contempo teorica e a livello di ispirazione. Dunque non può sorprendere che l’edizione di quest’anno di Spazi Aperti sia per ognuno di loro un’occasione per incontrare e avvicinarsi all’altro tramite l’arte.

Artisti partecipanti / Borsisti stranieri a Roma
– Accademia di Romania in Roma – Ciprian Buzila, Claudia Mandi, Leontina Rotaru, Iulia Statica, Luca Matei Stoian;
– British School at Rome – Ursula Burke, Archie Franks, Daniele Genadry, Mason Kimber, Annika Koops, Cathy Lomax, Tomas Sheridan;
– Real Academia de España en Roma – Juancho Arregui, Javier Cardenete, Javier Rubin Grassa, Mar Hernandez, Jesus Herrera, Jorge Peligro, Fernando Renes, Begona Zubero;
– American Academy in Rome – Catie Newell;
– Istituto Svizzero a Roma – Benoit Billote, Alan Bogana, Julia Perazzini & Valerio Scamoffa;
– Forum Austriaco di Cultura a Roma – Anja Ronacher;
– Rhode Island School of Art and Design – Henry Horenstein, Ezio Genovesi, Genevieve Bormes, Yin Bridge, Karen Kuo, Kellie Riggs, Grace Rivera;
– Accademia di Belli Arti Roma – Catalina Manu, Diana Vasiliu;
– Università di Roma La Sapienza – Francesco Eramo, Federica Palmer.

Ospiti speciali
Henry Horenstein (USA); Kaleidonescu (Romania), Vlad Stoica & Lea Rasovszky (Romania).

Programma 

Venerdì, 30 maggio
19:30 Spazi Aperti XII opening della mostra what do artists do in rome?
21:00 – 22:00 Presentazione del progetto (sala mostre) kaleidonescu kaleidomix ep 1 – under a veil of noise corp
22.00 – 3:00 am Glue Eyes project. Festa all’aperto. a/v set + visuals

Sabato, 7 giugno
19:30 Closing Spazi Aperti 2014 Edition XII
20:30 Performance teatrale con Julia Perazzini & Valerio Scamoffa

spazi aperti_2014

Info: Accademia di Romania in Roma.  Web: spaziaperti2013.wix.com/spazi-aperti

Di più sulle edizioni 2003-2012: http://www.spaziaperti.org/editions.htm.

 

 

 

 

 

“Infanzia. Tracce e tesori” – la mostra itinerante approda in Italia

6 novembre 2012 Commenti disabilitati

8 – 28 novembre 2012
Accademia di Romania, Sala Esposizioni (Ingresso da Viale delle Belle Arti, 110)
Inaugurazione mostra: mercoledì, 7 novembre, ore 18,30

L’Accademia di Romania in Roma inaugura mercoledì 7 novembre alle ore 18,30 presso la propria sede a Valle Giulia la mostra itinerante „Infanzia. Tracce e tesori”. La mostra è realizzata dal Museo del Contadino Romeno (Bucarest) in collaborazione con l’Istituto Culturale Romeno (Bucarest) il Lebork Museum (Polonia) ARTEES Association (Francia) ed è curata da Lila Passima.

Il progetto della mostra, finanziato dalla Commissione Europea, prevede la realizzazione di un museo virtuale dell’infanzia e raccoglie oggetti, foto di archivio, materiali su tradizioni rurali e urbane legate al tema dell’infanzia.

Durante il 2012 la mostra è stata itinerata a Londra, a Parigi, a Madrid, nel mese di novembre sarà a Roma (Accademia di Romania) e nel 2013 arriverà a Stoccolma, Varsavia e a Lebork.

“Quanto può essere grande un museo dell’infanzia? Può stare in una tasca, può arrivare fino alle nuvole, può tagliare il mondo a metà, può entrare in una storia, si può appendere ad una gruccia o può essere sussurrato in lingua papelka, per esempio. Una cosa è certa: tutti portiamo dentro di noi un museo dell’infanzia, un museo che ha le porte sempre aperte e contiene tutto dalla storia dei doni delle fate fino a quella con gli angeli dalle ali spezzate. (…) Nel nostro gioco abbiamo scelto più sentieri. Su uno di questi si tenta di avvicinare allo sguardo alcuni dei riti e delle soglie essenziali che segnano e de-limitano le età del piccolo dell’uomo, sia esso nato in città o in campagna.” (Lila Passima, dalla prefazione del catalogo della mostra).

Orario mostra:
Lunedì – Venerdì, ore 16,00 – 19,00; la mattina su prenotazione: 06-3201594, accadromania@tin.it.

Mostra organizzata da :
Museo del Contadino Romeno (Bucarest) / Istituto Culturale Romeno (Bucarest) / Lebork Museum (Polonia) / ARTEES Association (Francia).

Con il patrocinio di:
Opera Nazionale Montessori, Roma / Explora. Museo dei Bambini di Roma / EUNIC – cluster Roma / Rappresentanza della Commissione Europea in Italia.

Horia Bernea e la Città Eterna

15 gennaio 2011 Commenti disabilitati

Horia Bernea e la Città Eterna. Mostra commemorativa di pittura

20 gennaio – 10 febbraio 2011
Accademia di Romania, Roma
Inaugurazione: giovedì 20 gennaio, ore 18,30

Lo scorso dicembre si commemorava il 10° anniversario dalla scomparsa del pittore romeno Horia Bernea.

Artista di gran raffinamento, esordì come pittore nel 1965. Profondamente legato alla “Città Eterna”, Horia Bernea ha mantenuto con lei un rapporto fecondo e vivificante. Alla metà degli anni ’90, l’Accademia di Romania ha ospitato l’artista ed una sua eccezionale mostra personale. Un’altra testimonianza della comunione tra Horia Bernea e Roma è il bellissimo catalogo Roma bizantina: Roma caput mundi. Una guida soggettiva della Città Eterna (corredato da dialoghi, note, fotografie, acquerelli e disegni suoi), creato nel periodo 1998-1999 insieme al teologo ed antropologo Teodor Baconschi, attuale capo della diplomazia romena.

La mostra riunisce una serie di opere dell’artista rimaste in collezioni pubbliche e private dell’Italia ed è corredata da suggestivi materiali fotografici e pubblicazioni, a testimonianza della sua impressionante attività artistica ed al suo legame profondo con l’Urbe.

All’apertura parteciperanno una serie di personalità del mondo culturale ed artistico, che evocheranno la figura del maestro.
Il progetto è curato dall’Ing. Stefano Ionescu e reso possibile grazie alla collaborazione all’Istituto di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia.

L’inaugurazione sarà preceduta da un concerto di pianoforte di Paul Coriolan Cartianu (musiche di Enescu, Brahms, Constantinescu, Liszt), con un intermezzo poetico in lingua italiana (T. Arghezi, I. Pillat, L. Blaga, N. Stanescu, A. Blandiana, M. Petreu) nella lettura dell’attrice Adina Cartianu.

Sotto, l’artista nel suo studio, nel 1972. (fonte: http://www.wkv-stuttgart.de, Württembergische Kunstverein Stuttgart)


“The state of the art”, all’Accademia di Romania

8 dicembre 2010 Commenti disabilitati

10 – 17 dicembre 2010
Roma, Accademia di Romania,
Sala esposizioni e sala concerti
Inaugurazione: venerdì, 10 dicembre 2010, ore 19.00

L’Accademia di Romania in Roma e la Kunsthaus presentano The state of the Art, mostra collettiva multimediale che proporrà una selezione di opere per le diverse sezioni di video arte, fotografa, installazione, performance e pittura.

L’espressione “stato dell’arte” è propria del linguaggio tecnico utilizzato per indicare il livello di massima avanguardia raggiunto da una tecnologia o da un campo scientifico: in altre parole, ciò che determina una reale innovazione o evoluzione. La trasposizione di questo concetto nel campo delle arti visive vuole essere un tentativo di mostrare in che modo alcuni artisti contemporanei svolgono le loro ricerche verso un cambiamento dell’espressività culturale, lasciando al pubblico di determinare, attraverso la percezione individuale, un avvenuto “passaggio inventivo”.

Artisti: Rebecca Agnes, Basmati (Saul Saguatti, Audrey Colaniz), Sabina Bernardelli, Sarah Buckius, Carlo De Meo, Quiet Ensemble, Silvio Giordano, Marco Lamanna, Andrea Liberni, Enrico Luciani, Alfredo Maddaluno, Dario Madonna, Luca Matti, Matteo Mezzadri, Alessandro Morino, Gianmaria Nicotina, Andrea Pacanowsky, Alex Pascoli, Massimo Pastore, Tommaso Pedone, Diego Petruzzi, Cristiano Pettinelli, Paola Romoli Venturi, Michael Salisbury, Claudia Secchi, Candas Sisman, Carin Stoller, Paula Sunday, Ohashi Takashi, Devis Venturelli.

Venerdì, 10 dicembre
19.00 Apertura mostra con proiezione dei video
20.30 Performance audio video dei Quiet Ensemble

Sabato, 11 dicembre
17.30 Incontro di approfondimento sulla tematica della mostra, cui parteciperanno: Prof. Vezio Ruggieri (psicofsiologo), Luisa Conte (curatrice della mostra), Dr.Ing. Marco Stoller (esperto di tecnologia e ricercatore presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”) e altri ospiti.
19.30 L’attore Alex Pascoli interpreta il monologo “Giotto da Bondone”, scritto da Giorgio Gaber.
20.00 Performance live audio video con i Basmati sulle note del musicista Sergio Altamura.

Venerdì, 17 dicembre
19.30 Performance con installazione video di Paola Romoli Venturi.
20.00 Performance di danza rotante con video istallazione di Sabina Bernardelli. Segue chiusura evento con dj set.

Orari apertura mostra: dal 10 al 17 dicembre, ore 11.00 -20.00
mail: info@kunsthaus.it, web: www.kunsthaus.it