Home > inteculturalità, letteratura, libri > A marzo in “Orizzonti culturali italo-romeni”

A marzo in “Orizzonti culturali italo-romeni”

15 marzo 2015

ORIZZONTI CULTURALI ITALO-ROMENI (n. 3, marzo 2015, anno V), mensile online bilingue; per l’edizione romena, cliccare qui.

Escono in romeno le «Lettere dal manicomio» di Torquato Tasso È in uscita presso l’editrice Humanitas di Bucarest l’edizione bilingue delle Lettere dal manicomio di Torquato Tasso, selezione dell’enorme epistolario che lo scrittore produsse nel periodo tra il 1579 e il 1586, durante i sette anni di reclusione nell’ospedale-carcere Sant’Anna di Ferrara. Alla modernità di Tasso, che nelle lettere parla di sé ma indirettamente rivela aspetti essenziali della sua epoca, è dedicata l’intervista a Sergio Zatti, dell’Università di Pisa, prefatore del volume e specialista dell’epica cavalleresca del Cinquecento italiano. A cura di Smaranda Bratu Elian.

La guerra e il corpo. Daniela Zeca-Buzura sul libro di Paolo Giordano «Nella guerra siamo soltanto corpo, anzi il corpo umano è il vero protagonista». Daniela Zeca-Buzura – narratrice, saggista, critico letterario e realizzatrice in Romania di trasmissioni radiotelevisive – propone un’ampia analisi del romanzo di Paolo Giordano, Il corpo umano (tradotto in romeno e pubblicato a fine 2014 da Humanitas) quale occasione per più ampie considerazioni sul tema della guerra e del rapporto tra letteratura e guerra. Con un ammonimento: esiste anche «la guerra assente, il cui soffio ci porta in situazioni inattese come quella di Charlie Hebdo». Intervista di Cristina Gogianu.

«Roma, ebbrezza e incanto della creatività». Intervista a Claudia Mandi «Mi chiedo sempre che cosa sia la creatività, che arriva quando qualcosa di più forte di me mi porta su altre strade, diverse da quelle che ho intravisto in partenza». L’arte e la sua ispirazione, l’Italia e in particolare Roma sono alcuni temi dell’intervista a Claudia Mandi, artista plastico, curatore presso il Museo d’Arte di Craiova e coordinatrice della sezione Orizzonti d’arte della nostra rivista. Con un attivo di numerose mostre personali a Roma, Napoli e in Sardegna, Claudia Mandi presenta in questa intervista la sua esperienza umana e professionale. A cura di Afrodita Cionchin

«Abonatul nu poate fi contactat»: l’esordio letterario di Cristina Andrei  abonatul-nu-poate-fi-contactat
Coinvolgente, forte e sincero. Il romanzo di debutto di Cristina Andrei, Abonatul nu poate fi contactat (Nemira, Bucarest 2014), è un bel biglietto da visita per l’autrice, qui alla sua prima esperienza in prosa dopo una lunga consuetudine professionale col giornalismo televisivo. Eclettismo stilistico, cura dei dettagli, capacità di delineare con pochi tratti tanti tipi psicologici sono evidenti in tutto il libro, i cui temi maggiori sono il vuoto di comunicazione, la perdita dei valori e lo sgretolamento dei rapporti tra le persone, con sullo sfondo il tema religioso. A cura di Mauro Barindi.

Cioran l’eretico. Tesi universitaria di Mattia Luigi Pozzi «Un’eresia. Se esiste una possibilità di definizione per il pensiero e l’opera di Emil Michel Cioran, essa risiede proprio in questa parola così affilata e, al contempo, così vaga. Eterodosso rispetto a qualunque ortodossia, Cioran corrisponde al suo destino di pensatore dispiegando un pensiero frammentario che si declina come feccia, come residuo. E donandoci un’opera miracolosa per tono e stile, per la capacità di mostrare il lavorio del silenzio attraverso le parole, per la possibilità di dire nascondendo». Tesi universitaria di Mattia Luigi Pozzi.

Biblioteca Orizzonti: Aurel Cosma Jr, «Impressioni sul viaggio in Italia» Impressioni sul mio viaggio in Italia (Zanetti Editore, Venezia 1932) propone le note che Aurel Cosma Junior, avvocato, giornalista e intellettuale di spicco del Banato del primo Novecento, stese in occasione del suo viaggio in Italia.Cosma jr

L’autore ci ha lasciato un’importante testimonianza sulla presenza italiana nel Banato, in particolare sulla comunità italiana di Timişoara e sul Circolo italiano di lettura ivi sorto nel 1922. Il testo di Cosma si inserisce nella sezione della Biblioteca Orizzonti, destinata a pubblicare testi in pdf di libri e lavori editi e inediti sulla storia delle relazioni italo-romene.

«Su un greto estraneo io conto i miei passi». Versi di Veronica Balaj Con il titolo Su un greto estraneo io conto i miei passi, pubblichiamo in edizione bilingue una selezione di poesie di Veronica Balaj, poetessa, prosatrice e giornalista, «argento vivo – come qualcuno l’ha caratterizzata – della letteratura femminile del Banato». Membro dell’Unione degli Scrittori di Romania, ha pubblicato diverse raccolte poetiche e romanzi. Le poesie che qui proponiamo sono tratte dalla raccolta bilingue romeno-francese Exil de zi şi noapte / Exil de jour et de nuit (Ed. Anthropos, Timisoara, 2010) e sono tradotte in italiano da Alina Damian.

Andrea Camilleri e il romanzo giallo alla XXXI Serata Italiana di Bucarest Nell’ambito della collaborazione tra la nostra rivista e le Serate Italiane della Humanitas, Diana Constantin propone la cronaca dell’incontro dello scorso 17 febbraio, incentrato sull’opera di Andrea Camilleri. La Serata è partita dal volume Il ladro di merendine e il dibattito si è sviluppato sul romanzo giallo più in generale, con la partecipazione di George Arion (scrittore di romanzi thriller&mistery, giornalista, critico letterario, presidente del Romanian Crime Writers Club), Stelian Ţurlea (scrittore e giornalista) e Alexandra Florescu (giornalista, traduttrice e PR Nemira).

La violenza: «call for papers» della rivista «Krypton» «Krypton», periodico semestrale del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell’Università Roma Tre, ha in corso di preparazione il numero 5-6/2015, dedicato al tema della violenza. Il numero si propone di indagare sulle forme che la violenza assume in prospettiva storica, sociologica e antropologica, come pure culturale, letteraria, artistica e linguistica. Pubblichiamo il «call for papers»: gli articoli, redatti in una delle lingue previste (francese, inglese, italiano, portoghese, romeno, spagnolo) dovranno essere inviati entro il prossimo 10 luglio all’indirizzo email di «Krypton».

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: