Archivio

Archive for 9 giugno 2011

“Dire le cose come sono” – convegno a Roma sul linguista E. Coseriu

9 giugno 2011 Commenti disabilitati

Venerdì – 10 giugno, sabato– 11 giugno
Sapienza Università di Roma/ Accademia di Romania

In occasione dei 90 anni dalla nascita di Eugen Coșeriu (1921 Mihăileni/Bălți – 2002 Tubinga), l’Accademia di Romania in Roma rende omaggio al grande linguista con un convegno dedicato a colui che per il valore scientifico esemplare delle sue ricerche ha profondamente influenzato la cultura contemporanea in generale e la linguistica in quanto scienza della cultura in particolare.

Il convegno è organizzato dall’Accademia di Romania in Roma in collaborazione con la Cattedra di Lingua e Letteratura Romena del Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali della Facoltà di Filosofia, Lettere, Scienze Umanistiche e Studi Orientali dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Programma del convegno

Venerdì 10 giugno
Aula Levi della Vida, Vetrerie Sciarra
Sapienza Università di Roma, Via dei Volsci 122

Ore 10.00 Inaugurazione e saluti
Ore 11.00 – 13.00
Moderatore: Donatella DI CESARE
Marius SALA, Accademia Romena, Bucarest, “J’avais connu le professeur Eugeniu Coseriu …” (titolo provvisorio)
Donatella DI CESARE, Sapienza Università di Roma, L’orizzonte filosofico di Eugenio Coseriu 
Eugen MUNTEANU, Accademia Romena, Bucarest/ Istituto di Filologia Romena «A. Philippide», Iasi
Quelques réfléxions sur la postérité immédiate de Coseriu

Venerdì 10 giugno
Accademia di Romania
P.zza José de San Martin no. 1

Ore 16.00 – 18.30
Moderatore: Eugen MUNTEANU
Manuel CASADO VELARDE, Università di Navarra, Confianza y sospecha como principios del análisis del discurso según E. Coseriu
Marco MANCINI, Università della Tuscia-Viterbo, Finalismo e libertà nella storia linguistica secondo Coseriu
Eugenia BOJOGA, Università ”Babes-Bolyai”, Cluj-Napoca, Le “lezioni” italiane di Eugenio Coseriu
José POLO, Università di Madrid, ”Mis” orígenes hispanos de “Lecciones de lingüística general” de Eugenio Coseriu: viaje de ida y vuelta (1966-1981-1999)


Sabato 11 giugno
Accademia di Romania

Ore 10.00 – 13.00
Moderatore: Manuel CASADO VELARDE
Cristian BOTA, Università di Ginevra, De Coseriu à Saussure et retour
Fernando MARTÍNEZ DE CARNERO CALZADA, Sapienza Università di Roma, La linguistica integrale e le crepe delle strutture
Oana BOC, Università ”Babes-Bolyai”, Cluj-Napoca, Les contributions de la linguistique d’Eugenio Coseriu à la compréhension de la textualité littéraire.

[Immagini: Eugenio Coseriu-Archiv, Tübingen]

 

Annunci

Un libro sulla Transilvania medievale

9 giugno 2011 Commenti disabilitati

Giovedì, 9 Giugno 2011, ore 18, Biblioteca dell’Accademia di Romania in Roma:

Presentazione del libro di Andrea Fara La formazione di un’economia di frontiera. La Transilvania tra il XII e il XIV secolo, Editoriale Scientifica, Napoli, 2010, 424 pp., 30 euro. 

Intervengono i proff. Luciano Palermo (Università degli Studi della Tuscia di Viterbo) e  Rita Tolomeo (Università degli Studi “la Sapienza” di Roma).
Sarà presente l’autore.

Il libro. Il volume di Andrea Fara (Editoriale Scientifica, Napoli, 2010) è dedicato all’analisi dell’economia medievale della Transilvania – regione di frontiera, collocata al confine tra l’Occidente romano-germanico, l’Oriente bizantino ortodosso e il mondo musulmano. All’interno di questa area, la Transilvania è stata, a sua volta, una “frontiera nella frontiera”, trovandosi da un lato parte integrante e confine orientale del Regno d’Ungheria, dall’altro in comunicazione, oltre la catena dei Carpazi, col Commonwealth bizantino, quindi con la Dâr al-Islâm musulmana. Il libro s’interroga sui tempi di formazione e i modi di sviluppo delle istituzioni politiche e delle strutture economiche di questo particolare territorio di frontiera, sui caratteri distintivi delle sue strutture di produzione, distribuzione, scambio e consumo, tentando di definire il momento e il modo con cui la Transilvania s’inserì nel più ampio sistema europeo.

L’autore. Andrea Fara ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia presso l’Università di Pisa, in cotutela con l’Università “Babes-Bolyai” di Cluj-Napoca; ha proseguito i suoi studi grazie ad un assegno di ricerca quadriennale presso la Facoltà di Economia dell’Università Luiss di Roma. Collabora, inoltre, con la cattedra di Storia Economica dell’Università di Viterbo. Tra i suoi principali interessi: la storia economica dell’Europa centro-orientale in epoca preindustriale; lo studio dei tempi e dei modi di comparsa dei fenomeni di crisi e carestia in Europa centro-orientale; l’economia dell’Italia centrale pontificia tra Medioevo ed Età Moderna.