Home > eventi, immigrazione, mass-media > “Ora” – un nuovo giornale per i romeni d’Italia

“Ora” – un nuovo giornale per i romeni d’Italia

13 luglio 2010

Uscito il 10 luglio scorso, a Torino, il primo numero. Conversazione con Cristian Gaiţă, ideatore e caporedattore di “Ora”

Cristian Gaiţă, nato a Iaşi (la città più importante nella Romania orientale) vive a Torino con la famiglia, dove presiede l’Associazione “Ora României” (“L’ora della Romania”), da lui fondata insieme ad altri amici nel 2007. In Italia dal 2003, ha lavorato come programmatore, mediatore culturale e giornalista. Testimone della nascita del primo giornale italo-romeno a Torino (Noua Comunitate), ha lavorato negli ultimi tre anni per la redazione estera del giornale romeno Adevărul. Di recente ha avviato un’iniziativa editoriale interessante, il quindicinale Ora rivolto ai romeni d’Italia, giornale cartaceo che nasce a Torino ma si propone di raggiungere in breve tempo tutto il territorio nazionale, in particolare le zone di maggiore concentrazione di presenze romene.

 

 

Primo numero (10 luglio 2010) di "Ora"

 

Qui di seguito, l’intervista esclusiva rilasciata per FIRI:

Red. FIRI: Perché un nuovo giornale rivolto alla comunità romena d’Italia?

Cristian Gaiţă: La comunità romena in Italia conta 1,2 milioni di persone ed esiste solo un giornale, di tiratura bassa,  che fa tutto il possibile per coprire il bisogno d’informazione. Una seconda motivazione consiste nella mancanza di un riferimento per quanto riguarda la nostra comunità. Non esiste una “voce” della comunità romena in Italia e la tendenza è di non coagularsi e, di conseguenza, di non godere di tutti i diritti o di non conoscere i propri doveri. Pertanto, il nostro obiettivo principale è quello di informare la comunità romena e di facilitarne sia l’integrazione che l’aggregazione. Nello stesso tempo, il giornale sarà lo strumento principale tramite il quale  vogliamo mantenere viva la nostra lingua e parte della nostra cultura.

In romeno, “ora” vuol dire “l’ora”, mentre in italiano, la parola rinvia sia ad una “ora” in generale, sia al momento presente dell’adesso. Può spiegarci il nome della testata e il rapporto con l’Associazione omonima da Lei presieduta?

Il rapporto è molto semplice: il giornale rappresenta il passo evolutivo naturale di uno dei progetti iniziali. Dal 2007 l’Associazione “Ora României” ha informato, tramite il suo portale web, i romeni d’Italia riguardo le leggi, i problemi e i diritti. Quest’anno abbiamo deciso di dare una marcia in più al progetto e di fare nascere il giornale “ORA”, dedicato principalmente ai romeni ma senza dimenticare tutti quelli italiani che desiderano conoscere la nostra comunità e il nostro Paese.

Che cosa si prefiggono le quattro pagine (sul totale di 32) redatte in italiano?

Le quattro pagine, rappresentando 12,5% del giornale, hanno uno scopo preciso: diffondere informazioni agli italiani che desiderano approfondire la realtà romena sia in Italia sia in Romania. Sappiamo che non è tanto, ma dal nostro punto di vista è un buon inizio. Dentro queste pagine i nostri amici, i vicini di casa, i datori di lavoro, colleghi o semplici curiosi, possono leggere ciò che succede in Romania, dal punto di vista politico ed economico, come anche i principali fatti della comunità romena in Italia.

La scelta del quindicinale: “Ora” diventerà un giornale settimanale o una rivista mensile?

Il quindicinale è semplicemente una scelta imposta dalle nostre risorse economiche. Speriamo che l’evoluzione naturale ci porti verso un settimanale.

A questo proposito: come si sosterrà finanziariamente l’impresa e che tipo di collaborazione (non solo redazionale), di diffusione e di pubblicità prevede?

L’investimento iniziale appartiene a una parte dei soci fondatori dell’Associazione. L’ulteriore sviluppo sarà quello di un normale giornale, dalla pubblicità fino alle collaborazioni redazionali o meno.

Un’ultima domanda. Secondo Lei, quali sono le principali esigenze, in materia d’informazione, a favore dei romeni residenti in Italia?

In questo momento, i romeni residenti in Italia prendono le notizie da fonti italiane o dalle televisioni romene, tramite la trasmissione satellitare. Scarseggia un’informazione dedicata a loro, scarseggiano notizie che parlino della loro vita, dei loro bisogni. Questa mancanza è sicuramente uno dei principali motivi per cui la nostra comunità non è ancora ben coagulata.

Info e approfondimenti sul sito web di Orahttp://www.oraromaniei.com/.

  1. liliana
    14 luglio 2010 alle 12:38

    L-am citit chiar astazi, foarte interesant, teme bine alese, sper sa-l pot citi si in continuare, va doresc drum bun!

  2. Violeta Oana Ghemulet
    2 agosto 2010 alle 15:29

    Buna ziua. Locuiesc in Trieste.Am sanse de a citi “Ora” ?Il pot achizitiona de la chioscurile de ziare? Va doresc mult succes.

  3. FIRI
    3 agosto 2010 alle 08:14
  4. 3 agosto 2010 alle 08:27

    Stimata doamna,
    Data fiind pozitia orasului in care locuiti distributia noastra conventionala nu ajunge inca pana la dumneavoastra. Solutiile sunt:
    1. va puteti abona si primiti ziarul prin posta, direct acasa (detalii complete gasitit la aceasta adresa http://www.oraromaniei.com/ora/index.php?option=com_content&view=article&id=135:-cum-s-te-abonezi-la-ediia-tiprit&catid=45:abonamente )
    2. Puteti consulta ziarul on-line pana la data de 31 decembrie, instructiunile fiind disponibile aici: http://www.oraromaniei.com/ora/index.php?option=com_content&view=article&id=121:gratuit-promotie-speciala&catid=45:abonamente . Pentru accesarea acestei sectiuni este necesara inregistarea pe portalul nostru.

  5. fan pdl
    6 agosto 2010 alle 21:35

    Interesante articolele despre ceea ce face pd-l pentru diaspora.Speram sa vaem printre membrii nostri si sa facem aceea echipa de care domnul Brinza are nevoie

  6. fan pdl
    6 agosto 2010 alle 21:37

    Multumim domnului Gaita Cristi pentru semnalizari si sustinerea acordata.Din partea echipei PDL DIASPORA

  7. 17 marzo 2012 alle 10:35

    As fi vrut sa va trimit un articol, dar nu am gasit adresa de e-mail. Cum pot sa procedez?

    O zi buna va doresc!

  8. ORA
    17 marzo 2012 alle 10:43
  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: