Home > eventi, tradizioni > Tradizioni pasquali in mostra: uova dipinte e icone

Tradizioni pasquali in mostra: uova dipinte e icone

23 marzo 2010

25 marzo – 11 aprile 2010
Galleria d’arte sacra L’Agostiniana, Basilica Santa Maria del Popolo, Piazza del Popolo 12, Roma

Pasqua: Tradizioni romene in mostra. Uova dipinte e icone.

Inaugurazione: 25 marzo ore 19,30.

All’interno della mostra saranno esposte delle opere realizzate dall’artista Maria Galie nel anno 2009 insieme a una collezione di uova antiche dipinte provenienti dalla collezione del Museo del Contadino Romeno (Muzeul Ţăranului Român) di Bucarest.
A seguire, il Quartetto della Missione Greco-Cattolica Romena di Monaco (Carolin Ott, Pascal Menke, Philipp Fixmer e Victor Avramescu) sosterrà un recital di musica classica (Chopin, Schubert, Brahms).

Le uova pasquali
Secondo la tradizione popolare romena, sotto il segno della croce, presente nella simbolistica e nell’iconografia pasquali, i gesti si imbevono di quiete e il senso della misura diventa un valore da rispettare. Per i romeni in patria e all’estero la fede nel potere della croce dà forza e mitiga il dolore. Nonostante gli iconoclasmi di vari tipi, teologici, ideologici o estetici, la Pasqua e i simboli pasquali che si ritrovano nelle icone e sulle uova dipinte sono rimasti il punto di riferimento comune di tutti i cristiani, ai quali essi tornano sempre. Ancorata in questa tradizione, la presente mostra desidera portare a tutti la buona novella pasquale del trionfo della vita sulla morte. La mostra comprende oltre 200 uova dipinte ed è corredata da un film documentario sulla realizzazione di tali opere.

Intervengono:
Diana Bubenek Turconi (ministro consigliere dell’Ambasciata di Romania presso la Santa Sede), Ioana Popescu (direttrice, direzione Ricerca, Museo del Contadino Romeno, Bucarest) e Rodica Marinescu (ricercatrice, Museo del Contadino Romeno, Bucarest).

Maria Galie
Iconografo di nazionalità romena, nasce a Costanza sul Mar Nero, dove a soli 12 anni inizia la scuola d’arte e quindi la realizzazione delle prime opere. Si laurea all’Università delle Belle Arti di Bucarest nel 2001 e subito dopo si trasferisce a Roma, dove vive e lavora. Le sue icone si trovano in varie chiese d’Italia e Stati Uniti d’America e in numerose collezioni private in Francia, Italia, Romania, Inghilterra e Stati Uniti d’America. Membro del UAP (Unione degli Artisti Professionisti Romeni).

Progetto realizzato dall’Accademia di Romania a Roma in collaborazione con Muzeul Ţăranului Român di Bucarest e l’Associazione Culturale “Rivista delle Nazioni” (Roma).


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: