Home > immigrazione, libri, storia > “Veneti in Romania”, presentato a Roma

“Veneti in Romania”, presentato a Roma

17 febbraio 2010

Giovedì 18 febbraio 2010, ore 18,00
Accademia di Romania a Roma, sala conferenze

Presentazione del volume Veneti in Romania, a cura di  Roberto Scagno (autori: Roberto Scagno, Paolo Tomasella, Corina Turcu), Longo Editore, Ravenna, 2008

Partecipano i docenti Gianpaolo Romanato (Univ. di Padova), Lauro Grassi (Univ. di Milano), Giuliano Caroli (Univ. La Sapienza, Roma) e Roberto Scagno (Univ. di Padova)

lavoratori italiani in Romania

Un capitolo importante e insufficientemente esplorato riguarda l’emigrazione dei Veneti nei paesi dell’Europa centrale e Orientale negli ultimi 30 anni dell’Ottocento. L’emigrazione veneta in Romania, “sorella latina ad Oriente”, ha avuto un ruolo importantissimo nella creazione delle infrastrutture stradali e ferroviarie, nell’edilizia romena. Dalle province venete sono arrivati in Romania manodopera qualificata, artisti, fermenti di cultura. Nel periodo tra le due guerre arrivano operai specializzati, ingegneri, architetti e l’emulazione finisce brutalmente nel 1948. Il volume racchiude anche contributi sul disgregamento della comunità italiana in Romania, il controesodo di alcuni italiani e l’assimilazione degli altri.

***

Articolo correlato:  “I veneti in Romania: alla ricerca dei ‘nostri’ emigranti” (Corriere del Veneto, 14 maggio 2009)

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: