Home > religioni, storia > La forza dello spirito nell’epoca dei totalitarismi. Simposio su Vladimir Ghika

La forza dello spirito nell’epoca dei totalitarismi. Simposio su Vladimir Ghika

14 ottobre 2009

La forza dello spirito nell’epoca dei totalitarismi. Vladimir Ghika, un modello contemporaneo

– Simposio in occasione dei 20 anni dalla caduta della cortina di ferro in Europa –

Accademia di Romania, venerdì 16 ottobre 2oo9, ore 18.

Il simposio si propone di evocare la figura del Mons. Vladimir Ghika (1873-1954), nipote dell’ultimo principe della Moldavia, sacerdote, direttore spirituale, scienziato e diplomatico romeno, martire della fede negli anni del terrore stalinista. Vi partecipano personalità di prestigio del mondo culturale e politico italiano e alcuni specialisti le cui ricerche hanno portato ad importanti scoperte documentarie. Gli organizzatori propongono un dibattito attorno a queste testimonianze su una delle figure più importanti della Romania del Novecento, la cui causa di beatificazione è in corso presso la Congregazione vaticana per le Cause dei Santi.

Indirizzi di saluto:
Prof. Mihai Bărbulescu, Direttore dell’Accademia di Romania
S.E. Răzvan Rusu, Ambasciatore di Romania in Italia
S.E. Marius Lazurcă, Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede

Intervengono:
On. Rocco Buttiglione, vicepresidente della Camera dei Deputati
Prof. Andrea Riccardi, Comunità di Sant’Egidio
Prof. Andrei Brezianu, Churchill College, Cambridge University
Anca Berlogea, regista, presidente Signis Romania.

Seguirà la proiezione del documentario di Lettere a mio fratello in esilio. L’epoca stalinista in Romania (regia Anca Berlogea, produzione Signis Romania / KTO, 2009), film basato sulla corrispondenza inedita tra Vladimir e Dimitrie Ghika, un sacerdote e un diplomatico, due fratelli separati dalla Cortina di Ferro.

Mons. Ghika con un gruppo di amici tra cui il filosofo Jacques Maritain e la moglie Raisa (a sinistra).
Mons. Ghika con un gruppo di amici tra cui il filosofo Jacques Maritain e la moglie Raisa (a sinistra).

L’evento è organizzato dall’Ambasciata di Romania in Italia in collaborazione con l’Accademia di Romania, la Comunità di Sant’Egidio e l’ICR di Bucarest.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: