Home > eventi, letteratura > Herta Müller – premio Nobel per la letteratura

Herta Müller – premio Nobel per la letteratura

8 ottobre 2009

STOCCOLMA, 8 ottobre 2009

Herta Müller, saggista e poetessa tedesca di origine romena ha vinto il premio Nobel per la letteratura. La Müller, nata nel 1953 vicino a Timisoara, ha «tratteggiato il panorama dei diseredati» in Romania sotto la dittatura di Nicolae Ceausescu «con la concisione della poesia e la schiettezza della prosa», ha scritto l’Accademia di Svezia.

Scrittrice di lingua tedesca, la Müller appartiene alla minoranza germanofona del Banato rumeno. Riparata in Germania per sfuggire alle persecuzioni del regime dittatoriale di Ceausescu è a tutt’oggi considerata la più importante scrittrice vivente in lingua tedesca e un autore di culto sia per la Germania sia per la Romania. In Italia, Keller editore ha pubblicato Il paese delle prugne verdi, ritratto impietoso di un paese dominato dalla paura e dall’oppressione della dittatura. Tradotto in 15 lingue il romanzo, in realtà un autentico poema in prosa, si è aggiudicato anche l’Impac, il premio più internazionale dopo il Nobel per la Letteratura.

La stampa svedese aveva inserito già l’anno scorso il suo nome tra i dieci favoriti per il Nobel. Scrittrice quasi sconosciuta in Italia, la Müller è stata pubblicata dalla giovane casa editrice Keller di Rovereto. Il suo unico romanzo in commercio è un ’bildungsroman’, un romanzo di formazione, che segue la vicenda di quattro studenti universitari in Romania negli anni della dittatura. La mancanza di libertà è resa costantemente da un senso di soffocamento che pervade tutto il romanzo. Morte, follia, fuga sono gli esiti dell’esistenza della maggior parte dei personaggi. Ma è anche un libro che parla di amicizia e, appunto, di crescita, nel momento in cui i ragazzi devono affrontare l’impatto con la morte di una compagna.

Durante gli ultimi tre anni della dittatura in Romania, alla fine degli anni Ottanta, la scrittrice si era trasferita in Germania, anche se dichiara di non essersi del tutto integrata nel Paese, dove è considerata una rumena, così come in Romania era considerata una tedesca. La sua lingua è riconosciuta come un tedesco di confine, quale del resto era il tedesco di Kafka. Il suo stile procede per metafore, per immagini rendendo la narrazione poetica, quasi lirica anche quando descrive episodi abbastanza crudi. La scrittura metaforica fa parte del modo esprimersi degli scrittori dell’est, costretti ad eludere la censura anche nella corrispondenza personale, come accade ai quattro protagonisti del “Paese delle prugne verdi” che sviluppano un loro codice per rimanere in contatto tramite le lettere che sanno essere sottoposte al controllo della censura.

La poesia, ha detto una volta, è la forma letteraria che più facilmente si diffonde durante un regime dittatoriale sia perché si esprime frequentemente per metafore sia perché è una forma breve più facile da ricordare a memoria. Ci sono stati momenti – ad esempio gli interrogatori della polizia – durante i quali recitare una poesia tra sé e sé svolgeva per lei, non credente, una funzione molto simile a quella che una preghiere deve avere per un credente. (Fonte: La Stampa)

Volumi di Herta Müller finora pubblicati in Italia: Bassure, Roma, Editori Riuniti, 1987; In viaggio su una gamba sola,Venezia, Marsilio, 1992 e Il paese delle prugne verdi, Rovereto, Keller, 2008.

Su youtube, una recente e breve intervista con la scrittrice, che può essere visionata qui.

  1. Lidia
    9 ottobre 2009 alle 15:03

    Brava Herta!!!! sono contenta che tu abbia vinto il premio sono rammaricata che le tue opere non sono conosciute in Italia. Chi sa come mai????? Davvero COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!

    • Cico
      9 ottobre 2009 alle 17:38

      Le opere tradotte finora in italiano sono poche per motivi che a mio avviso derivano da un certo provincialismo e mancanza di coraggio che contraddistingue certa editoria, in Italia come altrove.
      Ad ogni modo, si tratta di una buona notizia, che potrà rinfrescare anche il panorama letterario-editoriale italiano.

  2. 9 ottobre 2009 alle 21:31

    Oggi ero alla Pisa Book Festival e la casa editrice che ha pubblicato la Muller è rientrata di urgenza a Trento ( domani 10 Ott sono di nuovo con lo stand in fiera per chi interessato …) per portare appunto il romanzo della scrittrice …!

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: