Archivio

Archive for 31 ottobre 2008

Poeti romeni in traduzione italiana, a Roma

31 ottobre 2008 8 commenti

Mercoledì 5 novembre 2008, ore 18.00 – Accademia di Romania, sala conferenze

L’Accademia di Romania e la Fondazione “Marino Piazzolla” hanno l’onore di ospitare una ricchissima serata di traduzioni e novità editoriali all’insegna della poesia. Ospite è il dottor Geo Vasile, italianista, critico letterario e noto traduttore di letteratura italiana in romeno e di letteratura romena in italiano. Già traduttore di Italo Calvino, Giuseppe Bonaviri e di Paolo Ruffilli in romeno, il regalo più recente di Geo Vasile è il volume di poesie tradotte da “I fiori del dolore/Florile durerii” di Marino Piazzolla, recentemente apparso presso la Fermenti Editrice di Roma. Questo volume sarà presentato accanto ad altri due volumi dedicati questa volta al pubblico italiano che ama, che studia o desidera scoprire la letteratura romena. Si tratta di due autori, di due poeti classici della letteratura romena: Mihai Eminescu (1850-1889) e George Bacovia (1881- 1957). Al primo è dedicato il volume “Iperione. Poesie scelte” e racchiude la traduzione di alcune delle sue poesie più belle, mentre il secondo volume, intitolato “Piombo. Versi”, offre un’antologia bilingue di poesie di George Bacovia.

Con l’occasione, a Geo Vasile verrà conferito il “Premio FIRI per la promozione della cultura romena in Italia”, Prima Edizione, Anno 2008. Un messaggio del presidente FIRI Cicortas verrà letto in absentiam.

Interventi:
Geo Vasile, “Il tema del dolore universale nei tre poeti: Piazzolla, Eminescu, Bacovia”
Donato Di Stasi: “Marino Piazzolla, genealogia dell’ uomo contemporaneo”
Antonella Calzolari: “Lettere della sposa demente” e “Il Pianeta Nero” di Marino Piazzolla
Leggono brani degli autori Manuela Cerri e Paolo Gioia, con l’accompagnamento musicale di Anna Cara (chitarra).

George Bacovia, Piombo. Versi, antologia romeno-italiana, saggio critico e biobibliografia a cura di Geo Vasile, Fermenti, Roma, 2008. La prima antologia bilingue pubblicata in Italia della lirica di George Bacovia (1881-1957) presenta una scelta significativa, di oltre 80 testi, tratti dall’opera del più attuale tra i poeti interbellici romeni. La selezione comprende l’intero percorso poetico di Bacovia, dalle pose simboliste del primo volume Piombo, del 1916, fino agli originali accenti prosastici delle Stanze borghesi del 1946, offrendo un’immagine completa di una voce lirica unica e precorritrice, che ha esercitato un grandissimo influsso sulla poesia romena negli ultimi tre decenni del ventesimo secolo, restando tuttora attuale, a 50 anni dalla morte dell’autore. Il volume è corredato inoltre di una biobibliografia e di una sostanziale prefazione, firmate dal traduttore Geo Vasile.

Mihai Eminescu, Iperione. Poesie scelte, versione italiana, commenti critici e biobibliografia a cura di Geo Vasile, postfazione di Fulvio Del Fabbro, Fermenti, Roma, 2008. Il volume presenta una scelta di poesie, altamente rappresentative, di quello che è unanimemente considerato il più grande poeta lirico romeno, Mihai Eminescu (1850-1889), riunendo i suoi capolavori consacrati e i testi più famosi, da Venere e Madonna a Gli epigoni fino alle Epistole e naturalmente a Iperione (Luceafărul). Completano il volume, che vuole essere anche un invito alla lettura di un poeta di grandezza e respiro europei, una breve antologia di commenti critici, alcuni succinti ma sostanziali dati biobibliografici, nonché una nota del traduttore. La postfazione, che verte sulla ricezione di Eminescu in Italia, è firmata dal romenista Fulvio del Fabbro.