Home > eventi, religioni > Andrei Scrima e il linguaggio contemporaneo

Andrei Scrima e il linguaggio contemporaneo

29 ottobre 2008

Andrei Scrima e il linguaggio teologico contemporaneo

29-30 ottobre 2008, Roma: convegno internazionale di due giorni sull’opera del monaco e del teologo Andrei (André) Scrima.


Organizzatori: Accademia di Romania a Roma & Ambasciata di Romania presso la Santa Sede ed il Sovrano Ordine Militare di Malta

Sotto il Patrocinio del Pontifico Consiglio per la Cultura e della Diocesi Ortodossa Romena per l’Europa Occidentale e Meridionale

In collaborazione con il Pontificio Istituto Orientale
Con il sostegno dell’Istituto Culturale Romeno (ICR) e New Europe College, Bucarest.


Programma del colloquio

29 ottobre, Accademia di Romania

9.00 Mihai BARBULESCU, Marius LAZURCA, Horia – Roman PATAPIEVICI: Allocuzioni d’apertura

9.40 -11.10 Vlad ALEXANDRESCU L’enseignement pneumatologique d’Andre Scrima, Andrei GĂITĂNARU Apophatism and christocentric pneumatology, Lucian PETRESCU La réflexion anthropologique du Père Scrima

11.10 – 12.00 Discussioni (Moderatore: Vlad Alexandrescu)

12.00 – 14.30 Pausa pranzo

14.30 -16.00 Vincenzo POGGI s.j. Un incontro benedetto, Michel JALAKH o.a.m. “Chiese sorelle”: parabola di un’espressione, Bogdan TATARU-CAZABAN Andrei Scrima et la recherche de l’unité. Fragments d’un “journal” orthodoxe du Concile Vatican II 15.30 – 16.00

16.00 – 16.50 Discussioni (Moderatore: Bogdan Tataru – Cazaban)

17.00 – 18.30 DOCUMENTARIO IN MEMORIA DI ANDREI SCRIMA. Regia di RADU GAINA, TVR Cultural

18.30 – 19.30 Rinfresco

30 ottobre 2008, Pontificio Istituto Orientale

9.00 – 9.20 Cyril VASIL’ s.j., Edward FARRUGIA s.j., Mons. FORTINO, Lettera Card. SCHÖNBORN: Allocuzioni d’apertura

9.20 – 10.20 Michel DOUSSE “Prophétisme: messianisme et eschatologie (regard sur l’Islam)”, Claude GEFFRÉ L’énigme du pluralisme religieux et l’unicité du Mystère du Christ

10.20 – 11.20 Discussioni seguite dalla pausa (Moderatore: Claude Geffré o. p.)

11.20 – 12.20 Anca MANOLESCU Un langage de dépassement, Marco TOTI Andrei Scrima e l’ “orientamento tradizionale”,

12.20 – 12.50 Discussioni seguite dalla pausa pranzo (Moderatore: Enrico Montanari)

15.00 – 16.00 Enrico MONTANARI Metafisica e ascesi: le “tracce” di A. Scrima nel mondo moderno, Anca VASILIU Solitude du principe et singularité de l’homme. Langage théologique et réflexion philosophique chez André Scrima

16.00 – 16.40 Discussioni seguite dalla pausa (Moderatore: Anca Vasiliu)

16.40 – 17.10 Daniela DUMBRAVĂ Andrei Scrima e il linguaggio teologico contemporaneo

17.20 – 18.20 TAVOLA ROTONDA “Cultura ed educazione sulla stessa strada del dialogo fra le chiese” (Moderatore: Horia – Roman Patapievici)

18. 30 CONCLUSIONI DEL COLLOQUIO

***

“Per quanto mi riguarda, è con infinita gratitudine che ricordo un monaco della Chiesa ortodossa romena, padre André Scri­ma, che negli anni ’60 ha iniziato molte comunità monastiche francofone alla pratica della preghiera di Gesù. Prima di giunge­re esule in occidente, padre Scrima era stato in Romania figlio spirituale di un monaco russo, padre Ioan Kulygin, superstite proprio dell’allora soppresso monastero di Optina, e in seguito internato in un gulag sovietico, dal quale fu liberato per l’avan­zata delle truppe tedesche nel 1942. Padre Scrima aveva rice­vuto una benedizione particolare da padre Ioan, che quest’ul­timo a sua volta conservava dal proprio padre spirituale a Op­tina, ed è grazie a quella benedizione che egli riteneva di aver ricevuto il carisma della paternità spirituale. E’ lecito pensare che attraverso le parole e la preghiera di padre Scrima, e anche attraverso quella benedizione, che egli talora acconsentiva, in via eccezionale, a impartire ai figli spirituali d’occidente, qual­che cosa della grazia di Optina Pustyn’ abbia oggi portato dei frutti fin nel monachesimo latino?” (tratto da André Louf, La paternità spirituale nel monachesimo d’Occidente oggi, www.esicasmo.it)



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: