Home > cinema, eventi > Colea Răutu, volto sacro del teatro romeno

Colea Răutu, volto sacro del teatro romeno

19 maggio 2008

Se n’è andato Colea Răutu, volto sacro del teatro romeno

Venerdì scorso si sono svolti a Bucarest i funerali di Colea Răutu, attore scomparso il 13 maggio, all’età di 95 anni.

Colea Răutu (il suo vero cognome di nascita era Rutkovski) è nato il 28 novembre 1912 nel distretto di Bălţi, in Bessarabia (all’epoca nella Rusia zarista, nell’attuale territorio della Rep. Moldova). Ha iniziato la sua carriera artistica come cantante nel coro dell’Opera di Cluj ma, dopo vaer seguito gli studi del Conservatorio di Arte Drammatica di Bucarest, dal 1934 si è dedicato all’arte drammaturgica, lavorando per diversi teatri, soprattutto a Bucarest (tra i quali Teatrul de Revistă “Constantin Tănase”, Teatrul de Operetă, Teatrul Naţional, Teatrul Giuleşti, Teatrul “C. Nottara”).

La sua carriera di attore è lunghissima. Oltre ad essere stato interprete in numerosi ruoli teatrali, Colea Răutu è diventato una figura nota al pubblico largo grazie alle sue presenze in oltre 70 pellicole e serie televisive.

Filmografia selettiva: Desfăşurarea (Come si svolsero le cose), 1954; Bijuterii de familie (Il mulino della fortuna), 1956; Setea (La sete); Răzbunarea haiducilor (La Nave Dei Dannati), 1968, “Mihai Viteazul (L’ultima crociata), 1970; Ulzana, 1974; La Lunga Strada Senza Polvere, 1978; Ultima noapte de dragoste (L’ultima notte d’amore), 1979; Cel mai iubit dintre pământeni (Il più amato dei mortali), 1993.

[Fonte foto funerali: http://www.gandul.info]

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: